ASIA: semi di consapevolezza

Dal Tibet all’Italia. Continua il nostro viaggio da Oriente a Occidente, dalle vette dell’Himalaya ai quartieri delle nostre città, per diffondere i valori e i principi che la cultura tibetana ci offre per creare una società più armoniosa e inclusiva, a partire da una maggiore consapevolezza di ognuno.

Questa volta il viaggio lo facciamo insieme a Merigar, con il progetto “Semi di consapevolezza: partire dalla conoscenza di sé per riscoprire i legami profondi che esistono tra gli esseri umani e coltivare relazioni empatiche”, finanziato dall’Unione Buddhista Italiana.

L’obiettivo del progetto è quello di contribuire a migliorare le competenze socio-emotive dei giovani e a creare una società più inclusiva e accogliente diffondendo la conoscenza dei principi di consapevolezza e interdipendenza.

La convinzione di base è che oggi più che mai, anche a causa della pandemia che ha colpito così duramente il nostro Paese, sia importante conoscere il proprio mondo interiore ed essere in contatto con ciò che accade dentro di sé, per potersi relazionare agli altri in modo empatico e non perdere la consapevolezza di quel senso di interdipendenza che ci lega a tutti gli esseri viventi.

Il progetto si rivolge in particolare all’infanzia: visto il crescente malessere giovanile denunciato dall’OMS e confermato in Italia dalla Società Italiana di Pediatria, che ha rilevato un disagio emotivo diffusissimo (dell’80%) sono state pensate una serie di attività volte a sviluppare le competenze socio-emotive dei bambini della scuola primaria: laboratori di fiabe dal mondo e disegno, percorsi di consapevolezza ed empatia e corsi si Yantra Yoga – Kumar Kumari.

Saranno inoltre realizzati seminari per approfondire valori come la consapevolezza e l’interdipendenza e una esposizione delle foto di Enrico Dell’angelo con immagini e storie di maestri spirituali e luoghi sacri del Tibet, ma anche di gente comune, al fine di creare un ponte con una cultura lontana e rendere il “diverso” conosciuto, accrescendo così il senso di appartenenza alla stessa umanità.

Il progetto, della durata di un anno, è iniziato a settembre 2020 e si svolge a Roma e nei comuni Amiatini.

Per info e aggiornamenti seguiteci sulla nostra pagina FB  https://www.facebook.com/ASIAOnlus/

Download PDF