Chögyal Namkhai Norbu su regole, fiducia, ed essere consapevoli

Un breve estratto dal Video Video Journal 1 della Comunità Dzogchen che inizia nel bosco durante una sessione di Karma yoga a Merigar West, 2 luglio 2003.
Il  Video Journal, prodotto dall’Istituto Shang Shung Italia con la piena approvazione e autorizzazione di Chögyal Namkhai Norbu, racconta i viaggi e gli insegnamenti del Maestro e la ricca vita della Comunità Dzogchen tramite il video. Il Journal è stato pubblicato ogni quadrimestre 16 volte, dal 2004 al 2008 con Fabio Andrico, Carla Caponi, e Maurizio Mingotti che si occupavano di girare, dirigere e montare in collaborazione con Costantino Albini, Paolo Brunatto, Angelo Fontana, e Dan Zegunis.

D: Maestro, quando siamo in tantii in una comunità abiamo bisogno di regole?
Rinpoche: Già nella società abbiamo delle regole. Le regole ci sono sempre. Disciplina e regole sono sempre esistite nella società, non mancano. Basta essere un po’ consapevoli e rispettarle altrimenti le regole vengono fatte rispettare con il bastone e questo non va bene. Il principio è che basta essere consapovoli ed è possibile applicare qualunque disciplina ovunque.

Q: C’è anche la fiducia vero?
Rinpoche: La fiduzia è relativa, se sei consapevole la fiducia viene di conseguenza mentre in caso contrario la fiducia è falsa. Può esserci oggi ma scoparire domani. Quindi la fiducia è relativa. Il punto essenziale è essere consapevoli. “Essere consapevoli” significa conoscere veramente quali sono le circostanze, quali sono le condizioni… Se questa c’è non manca nulla altrimenti manca tutto. La disciplina da sola non basta, può risolvere i problemi solo temporaneamente, per alcuni giorni e si finisce per dipendere da essa e quando ci si avventura fuori è finita. Se però si è consapevoli lo si è sempre, ovunque.

Download PDF