Eventi estivi 2020 a Merigar West

Dopo la riapertura e la ripresa delle attività “in presenza” a inizio giugno, l’estate a Merigar è stata ricca di corsi ed eventi, nonostante i limiti previsti dalle regole contro la diffusione del Coronavirus abbiano limitato il numero di partecipanti. Per questo motivo, e per consentire a chi in questa delicata situazione non ha potuto spostarsi, è stata offerta la possibilità di partecipare online ai corsi e alle numerose pratiche in webcast.

La sala lettura della Libreria

Molte altre sono state le iniziative, i corsi e i ritiri, tra cui ricordiamo l’intenso training sulle pratiche del Semde del Primo Livello del Santi Maha, con una significativa partecipazione online e la collaborazione di Kunsangar South per la traduzione in russo.
Negli ultimi anni è stata una consuetudine organizzare ritiri ispirati a testi scritti dal nostro Maestro. In particolare quest’anno, per il ritiro di pratica iniziato il 6 agosto, abbiamo usato le indicazioni che il Maestro aveva lasciato a Merigar per un ritiro da fare durante la Pasqua del 1990 in Sua assenza.

Come spiegato nel numero di Merigar Letter pubblicato in quell’anno, “… il Maestro sottolinea che la maggior parte dei praticanti della Comunità Dzogchen ha ricevuto molti insegnamenti non solo da lui ma anche da altri maestri. Ha detto che quello che ci manca non sono gli insegnamenti ma la pratica in modo da rendere concreti gli insegnamenti ricevuti. Così il Maestro ha preparato un programma dettagliato per ciascun giorno del ritiro.

Il programma giornaliero comprendeva anche molti momenti di pausa contemplativa e di riflessioni, che ci sono sembrate ispiranti e adeguate alla situazione presente.

Il primo thun della mattina si apriva con questa riflessione:

Osservate, osserva il tuo Melong con la consapevolezza!
Che cosa vi manca?
È vero che manca l’insegnante?
Vi manca l’insegnamento o trasmissione?
O vi manca la pratica per realizzarvi?
Osserva!
Quanti insegnamenti avete ricevuto?
Quante trasmissioni avete ricevuto?
Quante pratiche avete imparato?
Osservate!
Qual è la cosa più importante per guarire un malato, conoscere la medicina, le cure o applicare la cura?

Durante il programma quotidiano erano inclusi anche molti momenti di pause di contemplazione e di riflessione, appropriate e di ispirazione nella situazione attuale.

Il secondo giorno:

Riflettete sulle quattro consapevolezze!
Quali sono le quattro consapevolezze?
Perché sono importanti?
Qual è la relazione che abbiamo con le quattro consapevolezze? Come le possiamo applicare nella pratica?

Il terzo giorno:

Osserva la tua relazione con il Vajra, tra il maestro e gli studenti, tra studente e studente con cui viaggiamo nella stessa barca.
È questa relazione importante?
Se sì perché?
Allora come la mantieni anche nella collaborazione?
Che problemi sorgono a riguardo?
E come si superano?

Il programma è ancora disponibile qui:
https://www.merigar.it/site/assets/files/2629/programma_ritiro_6-11_agosto_2020_en.pdf

Nel periodo di ferragosto alcune giornate — guidate da diversi esperti della Comunità — sono state dedicate alle persone nuove, per introdurle a esperienze di meditazione, Yantra Yoga e Danza del Vajra.

library talks

La sala lettura della Libreria

Merigar è un luogo molto visitato, sia da chi è interessato a seguire i vari percorsi meditativi che proponiamo, sia da turisti che vengono a passeggiare nella lussureggiante natura; per questi ci sono giornate ad hoc, in cui alcuni volontari presentano gli aspetti principali della Comunità, degli insegnamenti e degli edifici; la visita alla biblioteca, dove si possono vedere i testi e ricevere spiegazioni sulla scrittura e la cultura tibetana, permette ai visitatori di immergersi nella particolare atmosfera di Merigar.

Dalla seconda metà di agosto è iniziato il corso di formazione per Istruttori degli otto movimenti e, a seguire, il corso di formazione per istruttori di Breathe, tenuti da Fabio Andrico. La partecipazione in loco si è dovuta limitare a venti persone, ma molti hanno potuto usufruire del corso online, con la possibilità, grazie al prezioso aiuto dell’instancabile Vince Li, di avere anche la traduzione in cinese.

È iniziato il 28 agosto e continuerà fino al 20 settembre il Training per i traduttori dal tibetano (giunto alla sua 18° edizione) organizzato dalla School for Tibetan Language and Translation e ospitato nella biblioteca di Merigar: quest’anno la partecipazione è in gran parte online e da ogni parte del globo, nonostante le difficoltà nel conciliare l’orario. Studenti dall’Argentina, Usa, Australia, Finlandia, Italia, Germania, Spagna, Uk, Russia, Australia, Ungheria, si sono collegati per approfondire e condividere l’interesse per il tibetano in quanto strumento di comprensione e approfondimento dell’insegnamento, arricchendosi vicendevolmente grazie alle diverse esperienze.

L’evoluzione della situazione del Coronavirus non ci permette al momento di organizzare grandi eventi. La settimana in cui ricorre il secondo anno da quando il nostro amato Maestro Chögyal Namkhai Norbu ha lasciato questa vita terrena verrà dedicata alle pratiche collettive, sia in loco che in webcast. Il programma è pubblicato sul sito di www.merigar.it website, nella pagina dedicata ai corsi e agli eventi riservati a chi ha ricevuto insegnamenti da Chögyal Namkhai Norbu. Saranno giorni importanti per unire ancora una volta tutta la Comunità nella pratica.

I progetti
Nel nostro sito potete anche vedere alcuni dei molti progetti che stiamo seguendo.
https://www.merigar.it/en/members/donation-for-a-specific-project/

Potete trovare un resoconto dettagliato del restauro del nostro meraviglioso Gönpa, di cui si è conclusa la prima parte. Stiamo elaborando il progetto della seconda parte, che coinvolge il restauro e ripristino dei dipinti interni ed esterni, con il coinvolgimentto di esperti e consulenti.

Il Longsal che accoglie praticanti e visitatori all’ingresso di Merigar è stato impreziosito con una copertura di foglie d’oro zecchino!

Interventi di drenaggio delle acque relativi al progetto del sentiero nell’area sottostante la Casa Gialla

In questi giorni sono ricominciati i lavori per il sentiero della consapevolezza, progetto iniziato qualche anno fa e che prevede la realizzazione di un percorso meditativo/naturalistico; i rallentamenti dei lavori sono stati causati dall’emergere di criticità ambientali e problemi idrogeoligici che hanno necessitato di approfonditte analisi da parte degli esperti.

Lo scorso anno alcuni istruttori hanno fatto lezioni esperienziali di Yantra Yoga per i bambini delle scuole dei dintorni, di durata settimanale, e alcune classi di adulti sono venute a Merigar per sessioni di Yantra Yoga e di meditazione. Questa esperienza, accolta molto positivamente da bambini e ragazzi, continuerà anche il prossimo anno, e la nostra offerta, in collaborazione con ASIA, si estenderà anche in altre città.

La contabilità di Merigar viene aggiornata giornalmente e dal controllo effettuato fino al 30/6, paragonando i dati con quelli del 2019, possiamo dire che la situazione economico finanziaria è sotto controllo e in grado di far fronte alla gestione ordinaria e ai vari progetti in corso per l’anno corrente e, salvo gravi imprevisti, anche per l’anno 2021.

La pandemia, con la cancellazione di tutti gli eventi in programma, ha portato come conseguenza un notevole calo delle entrate, ma anche una riduzione dei costi diretti. Grazie quindi anche ai contributi dell’8×1000 ricevuti tramite l’Unione buddhista Italiana e al costante sostegno della generosità dei soci, stiamo affrontando la situazione in modo positivo.

Il bilancio del 2019 verrà presentato prima possibile a tutti i soci di Merigar durante l’assemblea
annuale che quest’anno, per le ragioni che tutti conosciamo, è stata posticipata e probabilmente si terrà in ottobre.

Download PDF