Khaita sulla collina delle Muse, Atene, Grecia

Al centro Alkis Rafts, ornanizzatrice del congresso, con i danzatori di Khaita e di altri partecipanti al congresso

Da 2011 le Khaita sono diventati gradualmente parte integrante della vita della comunità e sempre più praticanti hanno cominciato ad apprezzare e a godere i presziosi doni della Armonia dello Spazio. Le Khaita si stanno manifestando come un veicolo potente per diffondere un messaggio ad un pubblico più ampio – aiutare la cultura tibetana, e allo stesso tempo è un ponte per l’Insegnamento.

Per realizzare il desiderio di Chögyal Namkhai Norbu e di Rosa di presentare le Khaita a un pubblico più vasto e per ringraziarli per i loro preziosi consigli a luglio il nostro gruppo internazionale di Khaita è andato ad Atene, Grecia, per presentare le Khaita Joyful Dances al 50° congresso internazionale sulla ricerca della danza organizzato dal Consiglio Internazionale della Danza (CID).

Il congresso ha presentato cinque giorni di classi, conferenze, spettacoli ed esibizioni, riunendo più di 350 partecipanti da 50 paesi. Il cuore dell’evento sono state le esibizioni che si sono svolte nel teatro nazionale di danza greca Dora Stratou, su una collina coperta di pini di fronte all’Acropoli –  la collina Philopappou, conosciuta anche come la collina delle Muse, che secondo la leggenda è stata la dimora di nove Muse.

Il teatro Dora Stratou è unico al mondo nel suo genere. Dal 1953 è un museo vivente della danza greca. Balli, canzoni e musica sono presentati nelle loro forme originali che sono ancora oggi eseguite nelle rispettive isole e villaggi. Il museo ha una collezione impressionante di 2.000 costumi tradizionali, la più grande al mondo- Il teatro ha un grande palcoscenito stabile disegnato dal famoso pittore greco Spyros Vassiliou e ha una capità di 800 posti a sedere. Il teatro è stato fondato da Dora Stratou grazie al suo desiderio di mantenere vive le forme tradizionali di danza, musica e canzoni. Credeva nella preservazione delle danze come testimonianza della continuità culturale greca da quella antica ad oggi. Siamo convinti che presentare le Khaita in un tale palcoscenico sia di grande auspicio.

khaita on the hill of the musesCi siamo esibiti al teatro Dora Stratou  il 7 luglio. Il nostro gruppo internazionale di Khaita è composto da 12 danzatori provenienti dall’Italia, dalla Russia, dalla Grancia, dalla Polonia, dall’Argentina e dalla Cina. Eseguiamo una serie di danze circolari che includono alcune di quelle da noi più amate [ qui potete vedere le foto dell’esibizione fatta al teatro].

Dopo la nostra esibisione, il giorno dopo abbiamo avuto l’occasione di ricevere le impressioni da parte degli altri partecipanti e dobbiamo ammettere che non ci aspettavamo che fossero così positive! “È stata l’esibizione più gioiosa” … “Potevamo sentire che vi divertivate veramente ballare insieme!” … “Si poteva chiaramente percepire che come gruppo non lavorate solo a livello della danza” – questi sono alcuni dei cmmenti che abbiamo ricevuto dai partecipanti al congresso. Curiosamente molte conversazioni finivano con domande di sincero interesse sul Maestro e sull’Insegnamento e possiamo quindi testimoniare come concretamente le Khaita agiscano come un ponte verso l’Insegnamento!

Oltre all’esibizione al teatro le Khaita sono state presentate durante la mostra dedicata alla danza tibetana “Meditation in Motion” (Meditazione in movimento) organizzata dal MACO Museo di Arte e Cultura Orientale di Arcidosso, Italia. La mostra si presentava con quattro schermi su cui erano proiettati venti balli Khaita originali, mostrando diversi tipi di balli, da quelli tradizioni a quelli moderni. Gli schermi erano corredati da pannelli esplicativi sul progetto delle Khaita, con un breve sommario sul significato di ciascuna canzone e con alcuni esempi di testi completi. [qui trovate le foto dell’esibizione]

khaita on the hill of the musesIn più il giorno seguente ad Atene ci siamo esibiti due volte per le strade sia esibendoci che danzando con il pubblico.

Vogliamo ringraziare la Comunità Dzogchen di Atene, per il suo aiuto e per essere stata una meravigliosa padrona casa, Merigar West per il suo continuo aiuto, tutti i team di Khaita che hanno partecipato di persona e da lontano e infine il nostro prezioso Maestro e Rosa Namkhai.

Che questo evento possa contribuire a mettere le basi per la diffusione dell’Armonia nello Spazio in tutto il mondo!

Elena Dumcheva

Seguite il photo album Facebook  dell’evento.