La scuola Wakha – non amano mangiare all’aperto

wakha schoolTibet. I bambini alla scuola Wakha mangiano all’aperto, nel fango, seduti su rocce o ceppi di legno. La situazione è veramente pericolosa, soprattutto in inverno quando la temperatura è molto bassa.

Nella provincia del Qinghai lo studio della lingua e cultura tibetana è incredibilmente a rischio. Il livello di analfabetismo e di abbandono scolastico nelle aree abitate dai nomadi è estremente alto e l’impoverimento culturale delle nuove generazioni del Tibet è sempre più evidente.

Per questo motivo la scuola di Wakha è essenziale per assicurare il diritto all’educazione per i bambini delle comunità nomadi tibetane che vivono nelle praterie al 3.500 metri di altitudine.

Wakha è una delle poche scuole rurali nella provincia, sebbene non sia in grado di ospitare adeguatamente tutti i suoi studenti.

Nel 2012 ASIA è intervenuta e ha completato una nuova construzione per ospirare classi e uffici, equipaggiata con tuttu i materiale necessari per l’insegnamento. Le nuovi classi – concepite per unire l’architettura tradizinale tibetana con le tecniche delle costruzioni ecologiche – garantendo una educazione primaria di qualità ai bambini tibetani, preservando la loro lingua e la loro cultura. Attualmente stanno finendo i dormitori che ospiteranno i 127 studenti iscritti.

La scuola, però, non è in grado di soddisfare completamente gli standard qualitativi specifici dei bisogni dei giovani studenti.

La mancanza di bagni aumenta il rischio della diffusione di malattie orale-fecali e costringono gli studenti e gli insegnanti a defecare all’aperto, diffondendo un rischio batteriologico ai villaggi vicini a causa del drenaggio naturale della pioggia e della neve. La scuola manca anche di docce e di acqua calda dove i bambini si possono lavare e migliorare la loro igiene.

La mancanza di una recinsione o di un muro protettivo aumenta il rischio di attacchi di animali selvaggi e l’aumento di cani randagi che si avvicinano aree popolate alla ricerca di cibo e prede.

Infine, forse l’urgenza maggiore di oggi è la mancanza di una cucina adeguata e un posto dove mangiare e dove riporre gli utensili della cucina. Significa che i bambini sono costretti a mangiare in classe e all’aperto e i cuochi sono immersi nei fumi della combustione del carbone. Questo provoca seri problemi cardio-respiratori al personale e ai giovani studenti.

wakha schoolOggi gli studenti mangiano nel fango seduti su rocce e ceppi di legno. Questa situazione non solo è un grande rischio per la salute e l’igiene dei giovani bambini in un momento importante della loro routine quotidiana ma è anche un pericolo soprattutto nei mesi invernali quando la temperatura è molto bassa. Un refettorio e una cucina che possa soddisfare un minimo gli standard di igiene sono molto importanti e urgenti.

Per aiutare i bambini della scuola di Wakha potete partecipare a questo progetto con diversi tipi di donazione:

10 euro, donazione per regalare un set di piatti per un bambino

50 euro per contribuire ad acquistare l’equipaggiamento per il refettorio

300 euro per partecipare alla costruzione della cucina e del refettorio

Per aiutare i bambini di Wakha guarda il video e partecipa al progetto – clicca al link

Download PDF