Notizie da Dzamling Gar

Dzamling Gar al tempo del COVID

di Naomi Zeitz

Dzamling Gar ha la grande fortuna di avere un Gönpa molto grande che ci ha aiutato a mantenere qualche attività durante questi tempi Covid, seguendo sempre i protocolli stabiliti dal governo spagnolo. Siamo anche molto fortunati di poter condividere una buona parte delle nostre attività con tutto il mondo attraverso Webcast e Zoom, oltre a collaborare con Merigar West su programmi webcast in comune. Abbiamo un team che si dedica con molto impegno a sessioni in webcast e Zoom, di cui fanno parte Sébastien Remy, Vince Li e Justin Hudgins, praticamente senza sosta dallo scorso marzo.

Siamo stati anche fortunati per il numero di casi COVID relativamente basso sull'isola e quindi siamo stati in grado di trascorrere del tempo fuori insieme prestando attenzione, per via di un lockdown non troppo restrittivo. Anche la nostra meravigliosa Caffetteria è stata riaperta dopo il lockdown, all’inizio solo con servizio consegne a domicilio e poi con ristorazione all’aperto, mantenendo il distanziamento di sicurezza. Controlliamo sempre i numeri e le normative COVID aggiornate, per garantire il massimo di sicurezza a coloro che partecipano alle attività previste nel gar.

Nina Robinson che conduce una sessione di pratica durante il ritiro di Mandarava 2021

Dallo scorso marzo, sin dal il primo lockdown, abbiamo organizzato sessioni di Yantra Yoga online che continuano ancora. Abbiamo anche organizzato lo scorso anno molti corsi online con Fabio Andrico ed Elio Guarisco, oltre a pratiche collettive e Ganapuja. Nel gennaio 2021, man mano che la situazione migliorava, abbiamo iniziato ad aprire il Gönpa per la danza del Vajra e Khaita osservando la debita distanza, indossando le mascherine e tenendo tutte le porte del Gönpa aperte per sicurezza. Abbiamo anche consentito di presenziare ai corsi in webcast e Zoom garantendo il rigoroso rispetto del protocollo COVID. Ci sono stati e continuano ad esserci numerosi corsi con Elias Capriles, Steven Landsberg, Julia Lawless, Stoffelina Verdonk, Jakob Winkler, Alessandra Policreti e Valeria Spasskaia, oltre a programmi durante i fine settimana di “Meditazione nella vita quotidiana” condotti da un gruppo di istruttori SMS e dal nostro Gekö Thubtengy Rabi che esegue sessioni di meditazione sempre durante il fine settimana. Esprimiamo la nostra massima gratitudine al nostro gruppo di Karmayogisti per il loro impegno, compresi i nostri numerosi traduttori fantastici che offrono il loro tempo e le loro abilità in modo da consentirci di offrire così tanti corsi e pratiche alla Comunità in tutto il mondo.

Fabio Andrico insieme ad Elena Dumcheva che mostra i dadar creati da Fabio stesso

Nonostante i blocchi e le restrizioni, la nostra capacità di offrire alloggio ha operato a pieno regime, consentendo a chi era in grado di arrivare qui e di attenersi alle restrizioni Covid, di trovare un rifugio a Dzamling Gar. Questa situazione ha avuto la sua parte di sfide, ma ognuno ha fatto del suo meglio per collaborare e lavorare insieme. (vedi articolo sugli Alloggi di Anca Rusu)

Alcuni momenti salienti dopo il lockdown sono stati la celebrazione di Losar, che nonostante sia stata molto limitata quest’anno, ha rappresentato tuttavia un gradito cambiamento; abbiamo fatto in webcast una pratica di Mandarava al mattino presto da Dzamling Gar, una Puja del fuoco e una meravigliosa esibizione delle danze Khaita . Subito dopo Losar abbiamo tenuto il nostro ritiro annuale di Mandarava sia in presenza che in webcast per tutto il mondo, guidato da Fabio Andrico e Nina Robinson. Il nostro ritiro si è concluso con una lotteria e un’asta di grande successo. Ringraziamo tutti coloro che hanno generosamente partecipato.

La Puja del fuoco

Il Gar ha anche visto alcuni miglioramenti e lavori di manutenzioni necessari, tra cui una nuova strada sul lato sinistro del Gar, un nuovo ingresso sul lato frontale del Gar, più luci nei gradini che conducono all’ingresso frontale del Gönpa la rimozione del vecchio Gönpa (la Tenda Bianca), il trattamento del legno nel Gönpa e le riparazioni del pavimento della caffetteria, un enorme sforzo effettuato dal Gakyil Rosso, dal Gekö e da un piccolo esercito di Karmayogisti. Il giardino del Gönpa è stato completato da Alix de Fermor e dalla sua squadra di giardinieri volonterosi. Alix de Fermor, il nostro” maestro” giardiniere, ha ricevuto in dono da diversi soci incredibilmente generosi della nostra comunità una macchina per pacciamatura, un macchinario necessario per mantenere in vita i nostri splendidi giardini.

Alix de Fermor con la sua gloriosa macchina per la pacciamatura

Dzamling Gar, che è stato tradizionalmente un rifugio invernale per molti in Europa, è ora anche una sorta di rifugio per proteggerci dal COVID in questi tempi così duri. Quelli di noi che si trovano qui o per scelta o perché impossibilitati a muoversi, capiscono di essere molto fortunati. Il tempo qui non è stato privo di sfide e difficoltà, ma il nostro Maestro ci ha addestrato bene ad affrontare ostacoli meteorologici, a superare i nostri limiti, a collaborare e a prendersi cura l’uno dell’altro nella nostra Comunità di Dzogchen. Speriamo che tutti voi possiate unirvi a noi a Dzamling Gar in futuro, in tempi più felici e più sani, godendovi la bellezza unica del Gar. Vi aspettiamo!!!

Traduzione di Elisa Coppello

Dall’ufficio del responsabile degli alloggi

di Anca Rusu

Siamo molto felici di annunciare che il 2020 è stato un ottimo anno per quanto riguarda gli alloggi a Dzamling Gar! Nonostante le difficoltà affrontate lo scorso anno, siamo stati in grado di ospitare fratelli e sorelle del Vajra provenienti da tutto il mondo giunti al Gar alla ricerca di un rifugio.

Indipendentemente dalle sfide e dalle difficoltà che abbiamo dovuto affrontare, il team responsabile degli alloggi ha lavorato con gioia e determinazione per realizzare la visione del Gar del nostro Maestro, inteso come luogo in cui praticare e condividere la gioia di vivere insieme. Siamo anche molto grati a tutti coloro che hanno collaborato con noi per attuare i protocolli COVID di Dzamling Gar, seguendo le regole volte a proteggere la nostra Comunità.

Finora anche il 2021 ci sta agevolando. Abbiamo un numero considerevole di persone che vengono a Dzamling Gar, al punto che l’alloggiamento funziona a pieno regime per la maggior parte del tempo. Per questo, siamo molto grati a tutti i praticanti che vengono qui e ci affidano la loro sicurezza.

Ultimo punto, ma non meno importante: vorremmo invitare tutti a offrirci un feedback sul loro soggiorno a Dzamling Gar in modo da poter migliorare ulteriormente il nostro sistema di alloggio. Per favore scrivete a accommodation.manager@dzamlinggar.net e sentitevi liberi di condividere ciò che pensate. La vostra opinione ci sarebbe di grande aiuto!

Traduzione di Elisa Coppello

Download PDF