Ricordi dalla Lettonia

di Galina Bobrovskya

Arrivo di Rinpoche a Riga, Lettonia, nel 1992

Nel 1990 ero diventato buddhista seguendo i miei amici e poco dopo Fabio Andrico arrivò nel 1991 per una dimostrazione dello Yantra Yoga. Sembrava che solo i bambini fossero in grado di fare questi esercizi, i nostri corpi erano sgraziati e non obbedivano.

La nuova comunità buddhista, che a fatica si era formata, si separò in due gruppi. Nel 1992 Chögyal Namkhai Norbu è venuto per il suo primo tour nei territori che erano stati un tempo dell’Unione Sovietica cominciando dalla Lituania. Dopo il ritiro a Vilnius Rinpoche ha messo come condizione per andare in Lettonia che sarebbe venuto solo se i due gruppi buddhisti si fossero riuniti nuovamente. Grazie ai responsabili dei due gruppi promisero di riunirsi e così fecero.

Fu deciso di tenere un ritiro in una località turistica costiera chiamata Jurmala, sulla spiaggia del Mar Baltico, in un ex sanatorio militare. Il ritiro si è svolto in quello che ersa chiamato Giardino d’inverno. Fin dall’inizio ho capito che questo insegnamento era giusto per me ma era anche una sfida perché era pieno di parole e concetti sconosciuti per me, e significava correre avanti e indietro tra il ritiro a Jurmala e il mio lavoro a Riga. Mentre Rinpoche parlava a volte mi addormentavo e la mia testa cadeva giù. Poi mi svegliavo e ascoltavo nuovamente raddoppiando l’attenzione.

Partecipanti al ritiro con Chögyal Namkhai Norbu a Jurmala, Lettonia, 1992

Rinpoche che danza a Jurmala, Lettonia, 1992

Alla fine del ritiro ho saputo dell’esistenza delle Danze sul Mandala. Qui il Mandala era disegnato con dei gessi colorati sul pavimento all’aperto. Il posto aveva una forma rotonda con un albero che cresceva proprio in centro. È lì che ho visto per la prima volta Rinpoche danzare con quelli che erano venuti con lui: Fabio Andrico, Jim Valby, Martha Heinen e Naomi Zeitz.

È stato organizzato un corso della Danza del Canto del Vajra, condotto da Adriana Dal Borgo a Vilnius a dicembre 1994. Era la mia prima occasione e ci sono andata. Di ritorno a Riga avevamo lo spazio per disegnare metà Mandala e nella paura di dimenticare pratichevamo i passi appena appresi.

In seguito sono accadute diverse cose. Per un po’ tutta la nostra Comunità danzava ma dopo un po’ ero rimasta solo io. Con mia fortuna mi hanno aiutata i danzatori lituani. Erano guidati da Algis, un istruttore della Danza del Vajra. Venivano da me per danzare nei fine settimana. In seguito Liga Z. venne e si innamorò della Danza del Vajra. Così eravamo in due.

Rimpoche che insegna la Danza del Vajra a Jurmala, Lettonia, 1992

Poi qualcuno ha cominciato a danzare a Daugavpils. Andavamo lì per danzare nei fine settimana, ci andavo da sola o con qualcun altro. Questo finché Alar Kukk è apparso in Estonia, un altro istruttore della Danza del Vajra, e ora tutti noi, lettoni, lituani ed estoni ci riunivamo almeno due volte a Riga (in occasione del compleanno di Rinpoche e nel giorno internazionale della Danza del Vajra) per un ritiro di Danza e ci piacevano molto. Nuove persone si unirono a noi e alcuni tra i ‘vecchi danzatori’ ritornarono. In tutto non eravamo in molti all’inizio ma non ero più sola. Le Danze procedevano e cercavamo di danzare due volte a settimana.

Autrice dell’articolo con amici, 1992

Ora a Riga c’è uno Stupa costruito dalla Comunità Drigung Kagyu. Ci hanno invitato a danzare in occasione dell’inaugurazione dello Stupa e abbiamo danzato la Danza per il Beneficio degli Esseri. Le persone ne sono rimasero colpite e hanno cercato di creare le condizioni per danzarla da soli. Il processo era iniziato. Tutto questo grazie al nostro Maestro Chögyal Namkhai Norbu. Apprezzo questi preziosi regali e non oso immaginare come sarebbe la mia via se non ci fossimo incontrati nel 1992.

Download PDF