‘Be A Good Ancestor’

Un libro da colorare
di Michela Martello
Pubbliato da Vilcek Foundetion e Pen & Brush

Gabrial Marder

Michela Martello, una illustratrice italiana poi diventata artista che vive e lavora a Brooklyn, ha recentemente pubblicato un un libro da colorare edificante e stravagante. ll libro parla direttamente ad alcune delle sue opere più grandi; che sono ritratti a colori alla fine del libro. Quello che le persone ameranno del libro, di Michea Martello Be A Good Ancestor è che induce una un conversazione interiore.

I libri da colorare sono diventati una nicchia nell’attuale mercato librario, un modo per adulti e bambini di rilassarsi. Molte di queste immagini allargano la propria percezione permettendo di vedere quello che ci è familiare in modo nuovo. In questo libro ciascuna immagine risuona una favola o una storia popolare come quella di Con Edison and the Tigers intitolata “Mandala” (2013). Un feroce gruppo di tigri si riunisce accanto a un segno circolare per una compagnia energetica. Il tema ambientale è presente in molte immagini.

Be A Good Ancestor riguarda la difesa delle verità tramandate dai propri antenati, insegnanti e dalla famiglia umana. In ogni momento sorgono anche le domande più universali. Cos’è che ci rende umani, e unici tra tutte le creature?

Martello crea una serie di connessione tra alcune immagini del divino che ci sono familiari in diverse religioni. Una donna seduta in una postura meditante intitolato “Lovely Nerves” (2020) mostra la gioia della contemplazione. In “Transmigration” (2020) sono presenti elementi cristiani. In ‘Supreme Body”(2020) un mucchio di braccia sono atterrate ai piedi della figura femminile. Il caos presente nella scena è mediato dall’eleganza di due personaggi che assistono alla scena. Un’altra illustrazione intitolata “22 tears” (2019) raffigura il simpatico incontro tra un triste cavallo e un cane. Si vedono tanti occhi che lacrimano nello spazio che rappresentano la sofferenza della dimensione animale. Anche l’illustrazione intitolata “Kelet” (2020) raffigura molte braccia.

Seppur all’interno dei confini del genere dei libri da colorare, Martello esplora le immagini del femminile attraverso le culture in modo stravagante e giocoso. “Crazy Wisdom” (2017) ritrae una divinità femminile della saggezza più grande della vita che tiene un arco e una freccia mentre calpesta un demone etichettato ILLUSION. L’aspetto estroso entra in gioco con croci stilizzate, fiori e montagne a forma di seno. La forma femminile idealizzata è presente quasi ovunque nella storia dell’arte. Pensate alle prime sculture greche o alle dee indù. Al contrario, il disegno “Life Life” (2019) a un tema biblico nella forma allude a una divinità buddista.

Le illustrazioni delle altre opere d’arte di Martello, fatti con tecnica mista usando pannelli di legno, tela da imballaggio e tessuti, sono alla fine del libro. Un’immagine del libro da colorare ritrae una donna urbana / contemporanea con una linea tratteggiata di frecce che suggeriscono bambole di carta vintage, con una “camicia” stampata a blocchi in grassetto su cui è stampata la parola DAKINI, delimitata dalla parola DISOBEY stampata a blocco. Qui, la Dakini più importante del buddismo tibetano è stata posta ironicamente sulla maglietta di una donna moderna. L’autoritratto dell’artista “Ritratto di Michela Martello” (2020) include cervi in miniatura e frecce rivolte verso l’alto e verso il soggetto, probabilmente in un flusso di autoconoscienza.

Queste immagini piacevoli ci inducono ad amare i disegni anche senza sapere o prestare attenzione al significato delle parole. Disegnare tra le righe può essere un’esperienza rilassante e significativa o un’attività piacevole. In questi tempi difficili immaginare un mondo migliore è sicuramente benefico. Martello crea con successo un insieme di disegni che permettono di immaginare il mondo della divinità femminili senza dimenticare da dove veniamo e come siamo davvero molto legati al passato. Il suo lavoro dà alla nostra condizione umana una svolta ironica e piena di speranza.

Potrebbe essere interessante per gli adolescenti soprattutto esplorare temi quali il genere, il patrimonio culturale la spiritualità, in questo formato creativo. Per coloro che sono intimiditi dall’idea di disegnare i libri da colorare forniscono anche una base grazie al quale non si ha paura di sbagliare. È possibile colorare sia all’interno che all’esterno delle linee in totale libertà!

Questo libro è disponibile e scaricabile.

qui:

http://yourworldreligions.blogspot.com/2009/10/images-of-divine-feminine-western.html
https://www.urbandictionary.com/define.php?term=kelet

Un kelet è, secondo il dizionario online Urban Dictionary, è un termine gergale per indicare un essere simile a una lumaca che porta gioia agli altri, mentre corre con le “fiamme della morte sulle spalle”.

Michela Martello è nata in Italia a Grosseto e ha studiato a Milano allo IED, Istituto Europeo di Design, a Milano. È stata illustratrice di libri per bambini per 10 anni dividento il suo tempo tra Milano e Londra. Dal 1993 ha concentrato il suo lavoro interamente alla pittura. Vive e lavora a Brooklin, NY.

Nel 2006 é stata scelta della American Association of University of Women per la mostra “Emerging Women Artists Juried Exhibition” presso il New York Design Center. Nel 2014 è stata una delle vincitrici della Understanding Media the Extension of human Being e ha esposto presso il BOS, BK. Nel 2019 ha ricevuto un premio speciale al merito, dall’ufficio per gli affari culturali, governo della città di Tainan, Taiwan, per la sua installazione Everything Has A Vortex

Il suo lavoro è stato collezionato e commissionato da committenti pubblici e privati quali la collezione Andrea Soros, la collezione permanente del museo MAAM, il Tainan Museum of Modern Art. Nel 2020 viene selezionata per essere pubblicata sul New American Painting Magazine, numero 146. Michela collabora con Pen & Brush (New York), un’associazione che sostiene il lavoro delle donne nelle arti letterarie e visive, fondata a New York 124 anni fa.

Tra le mostre più importanti e progetti pubblici a cui ha preso parte ci sono: Weight of Happiness (Tibet House Museum, NY, 2014). Transcending Tibet (Trace Fondation, NY, 2015). Domesticity Revisited (Pen & Brush, NY, 2015). Time Zone (MAAM, Museo Roma, 2015). Arazzi Overlap-Life (galleria A.I.R., Brooklyn, 2017). Progetti di arte pubblica: The Wave Walk (La Mer, 2017, NYC).

WoodenWallsProject, a cura della galleria Parlor (Asbury park NJ 2016/17/18 . Auspicious Field, murale per l’International Children Museum Of The Arts, Taiwan, 2018. Future is Goddess (solo, Pen&Brush, NY, 2017). SUPER- S.H.E. (Galleria Giovanni Bonelli, Milano Italy, 2018). Art Residency, (Taiwan, Soulangh Cultural Park, 2018/2019). Overlap; Life Tapestries, (PENN STATE, 2018). Michela Martello – Tricia Wright, (Pen&Brush NYC, 2019). Consequential Stranger, (solo, ArtSpace, Raleigh NC). Everything Has A Vortex, (Solo, Soulangh Cultural Park, Taiwan, 2019). Ingombri L’altro Altrove, (MACRO Museum, Rome, 2019). Art Point, (Tainan Museum of Modern Art, Tainan, Taiwan, 2020). Of The Earth-Sulla Terra (solo, Galleria Giovanni Bonelli Arte Contemporanea, Milano, settembre 2020).

 

 

Download PDF